Pesca e acquacoltura sostenibili: Legacoop Agroalimentare e Ranstad premiano le migliori tesi di laurea in Italia dedicate al settore

Pesca e acquacoltura

 Pesca e acquacoltura sostenibili: Legacoop Agroalimentare e Ranstad premiano le migliori tesi di laurea in Italia dedicate al settore.

La cerimonia di premiazione il 18 novembre in Camera di Commercio a Ferrara, nell'ambito di Sealogy

 

Quattro premi del valore di 2.000 € ciascuno, assegnati alle migliori tesi di laurea sui temi della pesca e dell'acquacoltura discusse in Università italiane: e' il Premio "Pesca ed acquacoltura sostenibili: dalla governance alla filiera", ideato da Legacoop Agroalimentare e realizzato in collaborazione con Randstad, gruppo leader a livello internazionale nel settore delle risorse umane, al fine di stimolare la ricerca in questi importanti settori. La premiazione si terrà il prossimo 18 novembre alle ore 17.00 nella sede della Camera di Commercio di Ferrara, nell'ambito di Sealogy, il Salone europeo della Blue Economy. Interverranno il Sottosegretario di Stato al Mipaaf Francesco Battistoni, il Commissario straordinario della Camera di Commercio di Ferrara Paolo Govoni, la responsabile del settore pesca di Legacoop Estense Chiara Bertelli e il Presidente di Legacoop Agroalimentare e Pesca Cristian Maretti. A seguire, i vincitori presenteranno brevemente i contenuti delle tesi.

«Riteniamo sia determinante per il futuro del settore pesca coinvolgere il mondo dell'Università â€“ dichiara Cristian Maretti, presidente Legacoop –. Sostenibilità, difesa del mare e tracciabilità di quanto arriva sulle tavole avranno nuovi input con l'apporto della ricerca, il cui ruolo e' decisivo nel settore ittico»

Al premio, alla sua prima edizione, sono state candidate tesi di laurea magistrale discusse presso università italiane tra il 1° gennaio 2020 e il 15 settembre 2021, che sviluppano e approfondiscono tematiche legate alla governance della pesca e dell'acquacoltura e all'innovazione nelle attività della filiera ittica sostenibile, in ambito socio-politico-economico, tecnico, scientifico e giuridico. A valutarle, un Comitato tecnico scientifico presieduto dal presidente di Legacoop Agroalimentare e composto dai tre vicepresidenti di Legacoop Agroalimentare, da due esperti della filiera ittica, da un rappresentante di Randstad Italia, da un rappresentante di Consorzio Mediterraneo, struttura di ricerca associata a Legacoop Agroalimentare che ha assegnato un quarto riconoscimento, sempre del valore di duemila euro, in aggiunta ai tre vincitori. In Randstad siamo focalizzati sul tema della sostenibilità in diversi ambiti e poter partecipare a questa iniziativa ci ha permesso di dimostrare il nostro impegno anche nel settore della Pesca - che nell'ambito agroalimentare rappresenta un segmento importante - e di poter raccontare il valore di questa iniziativa al mercato del lavoro di riferimento. - Afferma Laura Onestinghel, Specialty Manager - Siamo anche orgogliosi, insieme a Legacoop, di poter fornire un incentivo a chi ha scelto di concludere il percorso di studi magistrale con uno studio che offra spunti e idee per uno sviluppo sostenibile di un tratto della filiera che guida verso un'alimentazione sana, sicura e accessibile a tutti.

 




  Categoria:
Pesca e acquacoltura

altre news del settore: Pesca e acquacoltura