Utilizzo codici manipolazioni per documenti accompagnamento: quesito e risposta ICQRF

Vitivinicolo
19 novembre 2015

Di seguito che avevamo posto all'ICQRF sul tema in oggetto, e in allegato la risposta ricevuta in merito allo stesso.

Con la presente siamo a chiedere una "interpretazione autentica" relativamente al corretto utilizzo dei codici "manipolazioni" di cui all'Allegato 6, punto 1.4, del Reg 436/2009 da indicare sui documenti di accompagnamento del vino sfuso. Nello specifico il quesito e' relativo sia al taglio tra vini generici di diverse zone viticole (es.: CII e CIIIb), sia al taglio del 15% nei vini IGT con vini di zone (unità geografiche) diverse da quella di raccolta delle uve. Le chiediamo dunque conferma rispetto alla correttezza dell'utilizzo, in entrambi i casi, del codice 6 ("al prodotto e' stata aggiunto un prodotto originario di un'unità geografica diversa da quella indicata nella designazione").

Nella sua risposta, l'Ispettorato afferma che il codice 6 e' corretto nel secondo caso (taglio IGT col 15% fuori zona) ma non nel primo.






  Categoria:
Vitivinicolo