1 Ottobre 2009

Vitivinicolo
2 ottobre 2009

Cari amici,

si è tenuta ieri al Ministero una riunione in cui siamo stati informati della situazione relativamente alla passata campagna vendemmiale e delle decisioni per quella in corso.

Vi allego una scheda relativa alla situazione, regione per regione, dei pagamenti delle varie misure.

In realtà, in MIPAF ci ha specificato che erano stati apportati ulteriori aggiornamenti, per cui il totale delle cifre pagate ha quasi raggiunto il totale dell’enveloppe disponibile per la campagna 2008/2009.

In ogni caso, poichè come sapete il termine ultimo per i pagamenti scade il 15 ottobre, entro quella data dovrà essere tutto pagato.

Nel dettaglio:

Promozione: i fondi sono stati tutti impegnati ma, come vedete, solo l’Emilia Romagna ha già avuto il pagamento

Ristrutturazione vigneti: come vedete dalla scheda, ci saranno alcune compensazioni, in particolare per quanto riguarda la Sicilia e la Toscana, che in realtà avevano diritto ad assegnazioni superiori. Su questa misura verranno inoltre “dirottate” alcune piccole economie realizzate sulle altre misure.

Distillazione uso alimentare: la differenza tra assegnato e pagato riguarda il fatto che finora sono state pagate solo le domande con polizza fideiussoria: entro il 15/10 verrà pagato tutto il resto (semprechè le domande siano a posto, ovviamente)

Arricchimento: anche per questa misura, il pagamento verrà completato entro il 15/10.

Crisi: in questo caso, come sapete, le richieste hanno di molto superato le disponibilità della campagna. Tuttavia ci sono gli ulteriori 13.milioni di euro già impegnati per la campagna 2009/2010. Su questi fondi sarà possibile presentare le domande dal16 ottobre.

Tuttavia, poiché, appunto, le richieste precedenti non erano state del tutto evase, il Ministero sta verificando la possibilità di consentire la riapertura senza la ripresentazione delle domande. Ovviamente dovrà essere individuato un meccanismo che non crei sovrapposizioni tra vecchi e nuovi richiedenti. E’ in corso di predisposizione un Decreto, vi terrò quindi informati.

Per quanto riguarda il 2010, la prima notizia è che le modifiche al Piano (che vi avevo trasmesso a suo tempo) sembra siano state accettate da Bruxelles, in quanto non sono arrivate contestazioni entro la data limite (30 settembre).

Circa le misure:

Promozione: il termine per la presentazione delle domande scade il 30 ottobre

Ristrutturazione e riconversione: sembra che la Commissione abbia chiesto una ulteriore demarcazione delle azioni previste dalla misura tra OCM e Sviluppo Rurale (roba tipo: i muretti a secco dove si finanziano?). Ovviamente la definizione di questi aspetto costituirà materia di lavoro del Ministero e delle  Regioni.

Vendemmia Verde: visto che, anche contro il nostro parere,  la misura è stata inserita nel PNS a partire da questa  campagna per 30 milioni di € , adesso bisogna applicarla.

Il Ministero brancola nel buio e ancor bisogna capire come fare per definire i livelli di aiuto, i controlli ecc… Peraltro sembra che anche negli altri Paesi, dopo averla richiesta a gran voce, abbiano qualche problemino attuativo.

D’altronde, il provvedimento dovrà comunque vedere al luce in tempo per l’applicazione.

Per quanto ci riguarda, stiamo a vedere: se poi non riusciranno ad usare questi soldi, vuol dire che con un modifica di Piano li storneranno su altre misure!

Assicurazioni: il settore vitivinicolo si limita a “tirar fuori” 20 ml di € ogni anno. I criteri applicativi vengono decisi orizzontalmente insieme a quelli degli altri settori. Quindi non ci sarà nessun Decreto attuativo.

Investimenti: come sapete la misura parte dalla campagna 2010/2011. Stiamo lavorando disperatamente per cercare di individuare criteri di demarcazione che soddisfino le esigenze della Commissione, delle Regioni e magari anche dei produttori!

Distillazione sottoprodotti: la misura è stata fortemente decurtata (da 43 mln di € previsti nella prima stesura a 20 mln di €), anche sulla base del fatto che nella campagna 2008/2009 sono stati utilizzati solo 18 ml di €. Tuttavia i distillatori hanno fatto presente che nella campagna scorsa, anche per le forti incertezze, molto prodotto è stato destinato alla produzione di grappe e brandy. Adesso però questo mercato è saturo, e quindi potrebbero esserci problemi con una dotazione così scarsa.

Smaltimento alternativo sottoprodotti: dovrebbe essere l’uso alternativo rispetto alla distillazione, ma ancora mancano le linee guida promesse dal Ministero ,le Regioni non hanno fornito indicazioni ecc…

 

Questa la situazione ad oggi. Ovviamente vi terrò informati delle novità

Cordialmente

Gabriella Ammassari

OCM vino scheda finanziaria 2009




  Categoria:
Vitivinicolo