Sabato 25 settembre giornata conclusiva di "Capraia Smart Island - Filiera Ittica Sostenibile" l'evento organizzato da Legacoop Agroalimentare e Chimica Verde Bionet Il sistema dei controlli al centro della terza giornata di Capraia Smart Island-Filiera Ittica Sostenibile

Pesca e acquacoltura

 Cristian Maretti presidente di Legacoop Agroalimentare: «Tema della giornata sarà la revisione del sistema del controllo, consapevoli delle ricadute in termini operativi, ma non solo, sulle imprese ittiche».


La revisione delle norme sul controllo dell'attività di pesca e la loro applicazione, la tracciabilità "dalla rete al piatto" ed il sistema di raccolta dati sono fra i temi al centro della terza giornata di "Capraia Smart Island - Filiera Ittica Sostenibile", l'evento organizzato da Legacoop Agroalimentare e Chimica Verde Bionet che si terrà dal 23 al 25 settembre sull'Isola di Capraia, in provincia di Livorno. Una manifestazione voluta in forma ibrida, sia in presenza sull'isola, sia con interventi da remoto e che sarà trasmesso in diretta streaming sui canali dedicati e rivolta agli stakeholder del settore per diffondere buone pratiche, metodi, tecnologie e innovazioni per coniugare il rinnovamento dell'intera filiera ittica con la sostenibilità.

Se le buone pratiche, quelle per la sostenibilità ambientale, ma anche e soprattutto quelle per la sostenibilità economica dei pescatori pensate per dare valore aggiunto e reddito alla filiera sono il fil rouge della tre giorni, la mattinata di sabato 25 settembre sarà dedicata allo stato dell'arte sulla revisione della normativa comunitaria in materia di controllo dell'attività di pesca.

«Per la terza giornata di lavori, la scelta si e' indirizzata sulla revisione del sistema del controllo, consapevoli delle ricadute in termini operativi, ma non solo, sulle imprese ittiche», sottolinea Cristian Maretti presidente nazionale di Legacoop Agroalimentare. «Sarà senza dubbio importante ascoltare il punto di vista della Commissione e del Parlamento europeo per avviare fin da ora un dialogo costruttivo che metta al centro delle decisioni le legittime istanze della categoria e che, nello stesso tempo, individui i comportamenti illeciti che danneggiano l'operato di coloro che lavorano nel rispetto delle regole».

A mettere in fila gli argomenti del tavolo di discussione sarà Francesca Arena, Unit D4 - Fisheries control and inspections - DG MARE della Commissione Europea che introdurrà il dibattito con una breve presentazione delle modifiche introdotte dalla revisione legislativa comunitaria sul controllo. Quindi farà seguito la tavola rotonda il cui chairman sarà Giampaolo Buonfiglio, presidente del Medac, il Mediterranean Advisory Council. Interverranno Rosanna Conte, membro della Commissione pesca e negoziatrice del Regolamento Controlli per il Parlamento europeo, il capitano di vascello Giovanni Scattola della Direzione marittima di Livorno e Cristian Maretti, presidente di Legacoop Agroalimentare.

Come sottolinea Sofia Mannelli, presidente di Chimica Verde Bionet: "Servono nuove regole per punire i comportamenti illeciti che danneggiano gli ecosistemi marini. Da sempre l'associazione promuove il dialogo fra Istituzioni e imprese affinche' le norme siano condivise per accrescere la sostenibilità ambientale, economica e sociale delle filiere."

Per seguire le sessioni del meeting online e interagire con i relatori e' possibile iscriversi sulla pagina dedicata all'evento: http://www.chimicaverde.it/capraia-smart-island-filiera-ittica/

Il meeting sarà in diretta streaming sulla pagina Facebook di EcoFuturo Festival https://www.facebook.com/ecofuturofestival/

Il programma. In allegato il programma e si può trovare un'ampia documentazione della web conference 2020 sull'argomento al seguente link http://www.chimicaverde.it/capraia-smart-island-filiera-ittica-sostenibile-2020/.

Sala Stampa online http://www.chimicaverde.it/ufficio-stampa-capraia-smart-island-filiera-ittica-sostenibile/

 




  Categoria:
Pesca e acquacoltura

altre news del settore: Pesca e acquacoltura